Copyright 2018 - Copyright ©Giulia Boraso

Percorso di formazione per gli animatori

Due i cardini essenziali hanno tracciato il cammino di preparazione dei volontari: la riscoperta della Buona Notizia, il messaggio fondamentale e fondante del Vangelo per la vita di ciascuno e la metodologia narrativa, l'incontro tra le storie bibliche e la nostra di oggi.

Su queste basi si fonda una proposta che vorremmo fosse originale e profetica fin dal suo nascere.

L'approccio narrativo ai testi biblici attraverso la simulazione di situazione ha offerto la possibilità di fare esperienza dell'incontro gioioso con la Buona Notizia della morte e risurrezione di Gesù; a fianco a ciò, la conoscenza delle categorie teoriche fondamentali utili a sviluppare itinerari di primo annuncio, ha arricchito il percorso.

 

 

Lo spazio all'aperto

 

Il Centro è dotato di prato per il gioco e le tende. L’abbazia inoltre ha due spazi ulteriori per le tende: uno accanto all’antica foresteria e uno accanto al chiostro del 1200. Entrambi gli spazi hanno a disposizione l’utilizzo di bagni maschi e femmine.

La quota per il pernotto in tenda è di 3 euro a persona al giorno.

Le opportunità di servizio al CSSC

Il sogno Centro è nato affidandosi alla provvidenza che è sempre stata generosa.

 

Le possibilità per contribuire alla realizzazione della proposta sono più d'una: dalla disponibilità all'animazione dei momenti proposti dal Centro, per la cui preparazione verrà periodicamente riproposto il percorso formativo; alle attività pratiche di manutenzione della struttura e completamento dei lavori di ristrutturazione; al tracciare i percorsi di avvicinamento a Carceri, al sostegno logistico alle attività proposte dal Centro stesso (pulizia, cambusa …).

La casa di accoglienza

La casa in cui si troverà ospitalità è l’antica dimora del Padre Foresterario che, accanto alla porta medioevale, dava accoglienza ai pellegrini e a chi desiderava vivere in monastero per un periodo di pace e riflessione. Risale per la parte al piano terra al 1100.

Ristrutturata nel 2015 ed intitolata alla capo Giulia Spinello ha le seguenti caratteristiche:

  • ingresso

  • ampia cucina con sala da pranzo

  • 1 bagno per disabili al piano terra

  • 5 camere e 2 bagni al primo piano

  • 2 camere e 2 bagni al piano terra

Oltre alla casa del Centro di Spiritualità l’Abbazia offre 3 stanze piccole e 5 grandi per ulteriori ospitalità.

La quota per persona per il pernotto è di 6 euro in casa, 5 in abbazia.

La casa inoltre è circondata da un giardino in cui giocare, fare fuoco  e piantare le tende per la notte, il costo è di 3 euro per persona a notte. Vedi Lo spazio all'aperto.

 

 

 

Richiedi disponibilità

I volontari

I lavori di costruzione del Centro hanno proceduto secondo due binari: mentre nel 2014 si procedeva ai primi essenziali lavori di ristrutturazione della struttura che ospita il Centro, si è lavorato parallelamente alla costruzione della struttura “formativa” al servizio del Centro stesso.

Trenta capi delle tre Associazioni Scout socie (AGESCI, AVSC, FSE) hanno investito tempo ed energie per farsi carico della loro formazione e poter dare la disponibilità a far servizio nel Centro; esplorando, ascoltando, narrando, studiando e progettando. Si sono messi in gioco per poter essere competenti e preparati ad animare le proposte per E/G, R/S e Capi che il Centro proporrà lungo tutto il corso dell'anno.

 

Proposta per Capi

Proposta per R/S

Proposta per E/G

Search

f t g m