Copyright 2018 - Copyright ©Giulia Boraso

AVSC

L’Associazione Veneta Scout Cattolici nasce ufficialmente nel 1975 per volontà di un piccolo gruppo di Capi, di genitori ex Capi e di genitori entusiasti della proposta dello scoutismo.

Tra i fondatori, il compianto Dottor Francesco Nardi che per primo ha intuito la potenzialità del rapporto dello Scautismo con le famiglie e che per questo da Capo Scout ha lavorato per creare un’associazione nella quale i genitori avessero un ruolo di collaborazione con i Capi e di corresponsabilità nella conduzione dell’Associazione. L’individuazione degli obiettivi educativi avviene nel Consiglio di Gruppo formato dalla Comunità Capi, dai Rappresentanti dei Genitori e dall’Assistente Religioso: i Capi traducono queste esigenze e le sviluppano attraverso il Metodo, adattandolo alle Branche e ai singoli ragazzi.

La coeducazione è vissuta in tutte le branche nei piccoli gruppi misti, per sviluppare al meglio il rapporto tra i due sessi, attraverso la conoscenza di sé stessi e di chi ci circonda, nella convinzione che gli uomini e le donne di domani debbano necessariamente fare strada insieme da subito.

Il metodo tradizionale scout e l’attenzione alle famiglie si completano con il cammino di fede, per lo sviluppo dell’individuo e la formazione del carattere, in sintonia con il creato e nella scoperta continua del Cristo Buona Notizia, al passo con il cammino della Chiesa.

Molta attenzione viene posta alla formazione dei Capi che si sviluppa in parte all’interno dell’Associazione (Campo Basale e formazione continua) ed in parte in Federscout (Federazione del Movimento Scout Italiano) alla quale l’AVSC aderisce dal 1990. A livello internazionale, attraverso la Federscout, l’AVSC aderisce alla WFIS (World Federation of Independent Scouts).

Attualmente gli iscritti all’AVSC sono circa 400, suddivisi in sei gruppi: Padova 1 (Mortise), Padova 2 (Torre),  Padova 3 (Gesù Buon Pastore), Ponte San Nicolò (Roncajette), Abano Terme e Lissaro.

www.avsc.it

Search

f t g m