Copyright 2021 - Copyright ©Giulia Boraso

Eventi 2022 - Descrizione

I CORTI PER CAPI SINGOLI O COMUNITA’/DIREZIONI CAPI

Per i capi che spesso hanno tempi limitati proponiamo i ‘corti’: tempi più brevi ma comunque intensi su un tema specifico della vita del capo. Il tempo sarà diviso in alcuni passaggi: l’immedesimazione in un personaggio biblico che ha vissuto il tema, spazio di deserto/preghiera per poter interiorizzare, condivisione tra i partecipanti.
Minimo 8 persone, massimo 20. Anche di più gruppi.
 
Eccoli:

 

Sabato 4 dicembre 15.00/18.45

Stai con te stesso! Un tempo per conoscerti
L’incontro con Dio e la preghiera aiutano a fare verità, seguendo Re Davide, uomo autentico (2 Sam 11)

Domenica 5 dicembre 9.00/12.45

Come scegliere – assieme a Dio - ciò che rende felici?
Il discernimento nelle scelte importanti della vita, seguendo la storia di Giuseppe, promesso sposo di Maria (Mt 1)

Domenica 12 dicembre 9.00/12.45

Cosa vuol dire per un capo essere testimone per i suoi ragazzi?
Uomini e donne fragili e capaci di amare come Pietro (Lc 22)

Sabato 22 gennaio 15.00/18.45

Nei sassi la Buona Notizia: chi è senza peccato…
Il perdono tra capi, immersi nella storia dell’adultera (Gv 8)

Domenica 23 gennaio 9.00/12.45

Cosa vuol dire per un capo essere testimone per i suoi ragazzi?
Uomini e donne fragili e capaci di amare come Pietrto (Lc 22)

Sabato 26 febbraio 15.00/18.45

Nei sassi la Buona Notizia: chi è senza peccato…
Il perdono tra capi, seguendo la storia dell’adultera (Gv 8)

Domenica 27 febbraio 9.00/12.45

Come scegliere – assieme a Dio - ciò che rende felici?
Il discernimento nelle scelte importanti della vita, seguendo la storia di Giuseppe, promesso sposo di Maria (Mt 1)

Sabato 5 marzo 15.00/18.45

Stai con te stesso! Un tempo per conoscerti
L’incontro con Dio e la preghiera aiutano a fare verità, seguendo Re Davide, uomo autentico (2 Sam 11)

Sabato 19 marzo 9.00/12.45

Quale ricompensa per il mio servizio di capo? Quello che è giusto ve lo darò” (Mt 20,4)
La gioia del capo: ma cosa un capo riceve in cambio? Il piacere di aver fatto del bene? Un miglioramento nella vita del ragazzo o nella propria? Un riconoscimento sociale nella comunità capi/direzione o in quella civile? O qualcosa di più grande ancora?

Domenica 8 maggio 9.00/12.45

Quale ricompensa per il mio servizio di capo? “Quello che è giusto ve lo darò” (Mt 20,4)
La gioia del capo: ma cosa un capo riceve in cambio? Il piacere di aver fatto del bene? Un miglioramento nella vita del ragazzo o nella propria? Un riconoscimento sociale nella comunità capi/direzione o in quella civile? O qualcosa di più grande ancora?
 


ROVER E SCOLTE

27/28 novembre e 12/13 marzo

Per comunità di clan/fuoco e per singoli rover e scolte
Sabato ore 16.00/domenica ore 13.30
 
MOSÈ SI AVVICINÒ PER RENDERSI CONTO MEGLIO DI QUEL FATTO (Esodo 3,3)
Come può un rover, una scolta avvicinarsi a Dio? Cosa deve fare di concreto per capire Dio?
 
Il weekend inizia ripercorrendo le fasi della vita di Mosè: prima la fortuna avuta da bambino nell’essere salvato dal fiume Nilo, l’adolescenza e la giovinezza tra studio, divertimento, avvio della sua carriera politica e militare, sogni e delusione, fuga nel deserto. Sarà l’occasione per i rover e le scolte di ripercorrere le fasi della loro vita e fare il punto della strada personale sul cammino finora fatto.
La storia poi seguirà i lunghi anni di deserto di Mosè adattato alla vita del pastore. Anni apparentemente banali ma che racchiudono molte piccole attenzioni che gli permetteranno poi di incontrare Dio.
Questa seconda parte del weekend metterà a fuoco alcune esperienze concrete che aiutano ad essere sensibili a Dio. L’uscita si concluderà con la definizione personale di alcuni impegni per poter porre le condizioni che facilitano l’incontro con Dio.
Il tutto in un clima di pace, serenità e comunità con gli altri, nella cornice dell’Abbazia di Carceri.

 

12/13 febbraio e 21/22 maggio
 

Per comunità di clan/fuoco e per singoli rover e scolte

Sabato ore 16.00/domenica ore 13.30
 
COSA DEVO FARE, SIGNORE? (At 22,10)
Cosa serve per costruire bene se stessi?
 
La costruzione di se stessi e di una propria personalità è un compito quotidiano e avviene in mille modi diversi. Ripercorreremo la storia di Paolo di Tarso che, nel costruire se stesso, sentiva l’ambizione di diventare una persona valida, utile, energica e possibilmente famosa e ricordata per sempre.
All’interno del suo percorso di vita ci fermeremo in un momento duro di crisi in cui la sua identità fin lì costruita salta perché organizzata lontana dai suoi veri desideri. Paolo di Tarso, patrono dei Rover e delle Scolte, entra nel buio e nella confusione. Come uscire da questa crisi profonda?
Il weekend si propone di aiutare i partecipanti a guardare con calma alla propria vita per cercare il meglio per sé; introduce anche la presenza di Dio che, nei momenti di crollo, apre prospettive nuove, non pensate prima eppure belle e serene. Fidarsi di Lui è fidarsi di un proprio futuro nuovo e promettente.
 

29/30 gennaio e 26/27 marzo
 

Per comunità di clan/fuoco e per singoli rover e scolte
Sabato ore 16.00/domenica ore 13.30
 
IL SIGNORE MISE UN SEGNO (Gen 4,15)
Siamo tutti followers; ma chi è il preferito?
 
Tutti siamo figli e spesso anche fratelli. Se siamo primogeniti quando nasce il fratello sentiamo dentro di noi che uno spazio prima esclusivo ci viene tolto. E la stessa sensazione abbiamo quando nello studio, nello sport, con gli amici, qualcuno preferisce altri a noi. Perché questo forte sentimento? Perché tutti abbiamo bisogno di essere unici agli occhi degli altri, di aver qualcosa per cui emergere e distinguerci. Come fare a mettere insieme la nostra voglia di unicità e di importanza con la presenza degli altri?
Seguendo la vicenda dei fratelli Caino e Abele scopriremo che si può essere unici ed essere nel contempo fratelli. La vita ci mette insieme ad altri e la loro presenza non ci limita o ci mortifica, ma ci riconosce e ci fa sentire importanti. C’è posto per tutti!
 

14/16 aprile

TRIDUO PER CLAN E FUOCHI
(iscrizioni entro 31 gennaio 2022)
PERCHÈ  LA VOSTRA GIOIA SIA PIENA! (Gv 15)
 
La proposta di questi tre giorni mette insieme alcuni elementi tipici del Roverismo e dello Scoltismo: fare strada, vivere in comunità dove anche narrare se stessi, cercare la presenza di Dio, fare il punto personale della strada. Con una cura e un’attenzione particolare visto il Covid.
Vivremo queste esperienze seguendo le ultime ore della vita di Gesù, dal cammino del giovedì santo per arrivare a Gerusalemme per la cena fino alla sua morte e risurrezione. Lo faremo però con gli occhi dei personaggi che lo hanno visto, sentito parlare, osservato per poter capire dove sta la vera gioia che appare dal suo volto e il segreto del suo essere un uomo di grande levatura e profondità. In modo particolare entreremo nella personalità di Giuda e di Maria Maddalena.
L’esperienza mette assieme più clan/fuochi cui chiediamo l’iscrizione entro il 15 gennaio e la conferma con la caparra di 10 euro entro il 15 febbraio. Per l’ampiezza dell’esperienza riteniamo importante incontrare prima i capi clan/fuoco via zoom: sarà occasione per informare dettagliatamente sul programma e condividere l’essere capi per il bene dei ragazzi.
 

 
ESPLORATORI E GUIDE


6 marzo e 10 aprile

per reparti/riparti
domenica ore 9.00/17.00

 
TU SEI QUELL’UOMO!
Come esci dai tuoi casini? (Re Davide in 2 Sam 11)
 
Cosa fai quando stai facendo sbagli e casini? Se ne può uscire o si resta dentro il senso di colpa e sotto il giudizio negativo degli altri? O non conviene forse coprire, negare, insabbiare, mentire?
Con queste domande entreremo in un momento della storia di Re Davide dove ne combina una di grossa, con grandi rischi per la sua immagine e per il suo posto di re. Come decide di uscire da questa trappola?
Assieme a Re Davide guarderemo con delicatezza ai nostri sbagli, alle conseguenze che seguono, al senso di delusione e di sconfitta e vedremo che Dio, tramite un profeta sconosciuto, offrirà una soluzione per tornare a vivere senza paura e con nuova dignità.
Il weekend è proposto per tutto un riparto/reparto con attenzione alle varie fasce di età. Agli esploratori e guide sarà offerta la soluzione al male fatto, quella che propone Dio, molto diversa da altre soluzioni che generalmente arrivano solo a giustificarci e a creare nuovi casini. I ragazzi saranno accompagnati dai loro capi che vivranno con loro l’esperienza.

20 marzo e 29 maggio

per reparti/riparti
domenica ore 9.00/17.00

 
MAESTRO, CHE IO RIPUERI LA VISTA! (Mc 10)
Desidero andare oltre i miei limiti?
 
L’età dei ragazzi di reparto/riparto somiglia molto alla personalità del cieco che stava a mendicare per poter vivere: i ragazzi hanno molte risorse e ciò che fanno spesso non riesce ad esprimerle tutte; sono ragazzi che avrebbero sogni e desideri ma che poi si adattano alle situazioni, sono ragazzi fermi sul tema: cosa gli altri pensano di me e ne hanno paura per cui non provano a rischiare. Anche il cieco ha grandi potenzialità, qualche limite, molta paura del giudizio della famiglia e della folla.
Eppure un giorno in lui esplode qualcosa che lo fa alzare di scatto, che gli fa gettare il mantello e il ruolo da mendicante e lo fa ripartire con fiducia in una vita diversa e in un futuro più felice. Cosa fa nascere in lui questa voglia di scattare finora sconosciuta?
Attraverso l’immedesimazione nel cieco, giochi di ruolo, testimonianze di chi ha trovato la forza di rischiare per stare meglio, i ragazzi/e potranno tornare a casa con nuova autostima e con il coraggio di essere se stessi fino in fondo. I ragazzi saranno accompagnati dai loro capi che vivranno con loro l’esperienza.
 

LUPPETTI E COCCINELLE

3 aprile e 15 maggio

Per tutto un branco o tutto un cerchio
domenica ore 9.00/17.00

 
NON TI IMPORTA NULLA DI NOI? (Mc 4,38)
Quanto sono importante per te?
 
La domanda: “Quanto ti importa di me?” diventa preoccupazione, angoscia e anche accusa se la risposta è: niente! E resta sempre il dubbio se siamo nel cuore e nel ricordo delle persone che riteniamo importanti per noi. Così i discepoli urlano a Gesù che, in una situazione difficile, sembra essere assente.
Quanto siamo importanti per papà e mamma? E per i nostri fratelli e sorelle? Quanto siamo importanti per i nostri capi e per gli altri lupetti o coccinelle? Se non lo siamo ci pare di morire e che tutto diventi difficile e pesante.
Con questa domanda di sottofondo la giornata si svolgerà alla ricerca spensierata dell’anfora della lunga vita (i ragazzi scopriranno che conterrà una coccola per loro e una frase: tu sei importante per me!). I ragazzi si troveranno all’interno di una compagnia di esploratori e, con loro e il loro capitano, dovranno superare enigmi e prove per arrivare al nascondiglio dove si dice sia - da secoli - custodita quest’anfora.
Le attività saranno in stile lupetti e coccinelle e si comporranno di due parti: una parte consistente di gioco e ricerca dell’anfora ed una di rielaborazione delle esperienze fatte con lo stile del teatro. Il tutto per tornare a casa rassicurati: tu per gli altri vali molto, tu per Dio vali tutto!
 

Search

f t g m